domenica 17 novembre 2013

Dove sarò il primo dicembre?

Quest'anno niente Cavalcata Carsica, la prima domenica di dicembre vivrò un paradosso temporale che non mi riesco a spiegare. Sarò in volo tra Buenos Aires e Parigi,  di ritorno da un viaggio di due settimane. Salterò dunque dei fusi orari e quale sarà la mia collocazione cronologica mentre partirà la Cavalcata? Dovrò mandare in avanti l'orologio: e quelle ore lì dove le metto? Significa che mentre gli amici corrono sul Carso io non sto esistendo? 
L'ormai prossima trasferta argentina ha richiesto una preparazione piuttosto accurata perché il calendario è fitto: due giorni di lezione e una conferenza a Buenos Aires, un convegno a Mar del Plata. A un nuovo invito dell'ultima ora dovrò dire di no: le distanze sono complesse. Ho ancora molto da imparare. Quattro appuntamenti, quattro cose diverse: l'arte del riciclo la devo proprio affinare. Non bastasse la preparazione, gli ultimi giorni di lavoro trentini sono stati piuttosto intensi anche su altri versanti. Mi piace, il mio lavoro, e raramente mi tiro indietro quando c'è da inventare, raccontare, scrivere qualcosa. Sono fortunato così. 
Avevo già programmato di prendermi un break dalla corsa: in Argentina porterò le scarpe, ma senza affanni. Se riesco, corro. Se non riesco, non corro. Il ritmo frenetico della preparazione storica, però, mi ha suggerito di anticipare la pausa. 
Al mio rientro cercherò di darmi un obiettivo per la prima parte del 2014. Una bella gara, o un bel percorso. Perché gli obiettivi di ricerca sono già pronti. Ci sarà da scrivere. 


4 commenti:

  1. ... ed io che contavo di salutarti il 1° dicembre!?
    ma il lavoro chiama!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Negli ultimi quattro anni sto alternando: un anno Carso, uno Argentina. Il prossimo Carso

      Elimina
  2. Bella avventura.. quella non podistica, vivila al meglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fausto. Sono pronto a seguire il consiglio

      Elimina